DOMANI, 23 LUGLIO, IL SEGRETARIO GENERALE DEL SINDACATO DI POLIZIA COISP, FRANCO MACCARI, SARA’ A CAMPOBASSO PER UN’ASSEMBLEA PRESSO LA SCUOLA ALLIEVI AGENTI DI POLIZIA. LA CAMPOBASSO DEMOCRATICA E ANTIFASCISTA DICHIARA FRANCO MACCARI “PERSONA NON GRADITA”.

Franco Maccari è il segretario generale del COISP, sindacato di polizia recentemente assurto agli onori e alle vergogne della cronaca per una serie di discutibili iniziative, che a malincuore siamo costretti a ricordare:

  • il 27 marzo scorso il COISP organizzò un sit-in a Ferrara, per protestare contro le condanne agli agenti che hanno massacrato di botte Federico Aldrovandi, esattamente sotto le finestre dell’ufficio dove lavora la mamma di Federico. Maccari all’epoca ebbe il coraggio di dire che la foto che mostra Federico morto, la testa in una pozza di sangue, non sarebbe vera: Maccari e Giovanardi (“la macchia rossa sotto la testa non è sangue, è un cuscino”) sono indagati per diffamazione per quelle dichiarazioni, su denuncia della madre di Federico

  • il 17 giugno Franco Maccari ha denunciato Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi, perché al termine della vergognosa sentenza che lasciava la morte di Stefano senza colpevoli aveva dichiarato che la sentenza era, appunto, vergognosa

  • in occasione del 20 luglio scorso, a dodici anni di distanza dall’assassinio di Carlo Giuliani ad opera delle forze dell’ordine, il COISP ha presentato una richiesta di autorizzazione al Questore di Genova per manifestare il 20 Luglio di ogni anno, dal 2014 al 2021, in piazza Alimonda, col tema “L’estintore come strumento di pace”

  • Franco Maccari, uomo di destra e candidato nelle liste di Alleanza Nazionale, era a Genova nel 2001, con Gianfranco Fini, nella famosa visita alla centrale operativa delle forze dell’ordine. Era presente laddove è partita la vergognosa catena di silenzi e mistificazioni sull’inaudita violenza poliziesca delle giornate di Genova, e oggi ha il coraggio di parlare di “terrore” diffuso dai No Global!

NOI PROVIAMO VERGOGNA PER LA NOSTRA CITTA’, NELL’APPRENDERE CHE UN SIFFATTO PERSONAGGIO SARA’ COSI’ VICINO A NOI. PER QUESTO MOTIVO NON RESTIAMO IN SILENZIO: CON LO STESSO SPIRITO COL QUALE ERAVAMO A GENOVA, PER GLI STESSI MOTIVI PER I QUALI CONTINUIAMO A SCENDERE IN PIAZZA, PER LA SETE DI LIBERTA’ E GIUSTIZIA CHE CI PORTA A CHIEDERE VERITA’ PER STEFANO, FEDERICO, ALESSANDRO, CARLO E TUTTI I MORTI PER MANO POLIZIOTTA ABBIAMO DECISO, ANCORA UNA VOLTA, DI NON TACERE

FRANCO MACCARI, CAMPOBASSO TI RIFIUTA!

Firme: Tratturi – Molise in movimento, Osservatorio sulla Repressione, Partito della Rifondazione Comunista – Circolo “Peppino Impastato”, Redazione de Il Bene Comune, UDS – Campobasso…(adesioni in aggiornamento, scrivere a tratturi@insicuri.net)