Entries tagged with “ambiente”.


mediterronean foto 2Avviso ai nostri lettori e lettrici: questo finesettimana una delegazione di tratturanti sparsi parteciperà allegramente a questo festival a Provvidenti, che vi segnaliamo con piacere.

Non la solita abbuffata ignorante da sagra paesana -senza nulla togliere alle sagre!-, ma un festival di “eco-gastro-fonia”, una tre giorni di degustazioni, incontri, dibattiti e musica a zero consumo di plastica e con un programma curato ed interessante. (altro…)

Appunti a margine dell’incontro-discussione con Leo Terzano, Medico di Medicina Generale di Campobasso, sulla questione del Registro Tumori in Molise.

Spesso ci dimentichiamo di noi stessi.

Presi dal vortice della routine quotidiana dimentichiamo di fermarci un attimo e prenderci cura di noi. Questo accade perché viviamo in una società dove il benessere è tale solo quando lo compriamo a caro prezzo, come in palestra o dall’estetista. Manca sempre più spesso la concezione del benessere, inteso nel senso più vero della parola come star bene con il nostro corpo e quindi con gli altri, come ben-essere.

Viviamo solo con il cervello e con le dita, siamo tutti consumatori/consumati, alienati da noi stessi.
Proprio perché concepiamo il nostro corpo solo come arma di seduzione verso il prossimo, come oggetto d’uso, da far perfezionare a caro prezzo dagli esperti della “bellezza”, che non riusciamo ad accorgerci di quello che ci succede sotto il naso. Respiriamo aria sempre più tossica, mangiamo frutta e verdura coltivata accanto a discariche di rifiuti tossici, usiamo oggetti costruiti con materiali sempre più tecnologici e sempre più nocivi. I rifiuti sono entrati oramai nel nostro ciclo biologico, fin dentro il nostro patrimonio genetico, ma continuiamo ossessivamente a pensare solo al nostro aspetto esteriore, dimenticandoci di essere il nostro corpo. (altro…)

Riceviamo e pubblichiamo l’avviso dell’iniziativa a cura del Comitato isole pedonali di Campobasso.

CAMPOBASSO

Critical Mass 25 Aprile Liberiamo l’aria

ore 10.00 raduno in Piazza Pepe

http://www.facebook.com/events/369388466436971/

 

 

Piazza Pepe va restituita ai pedoni subito, così come ai cittadini va restituita la città. Ai cittadini, non ai costruttori.

Basta fare un giro in macchina – ovviamente – per capire in che misura il territorio della città sia stato letteralmente mangiato dal cemento. Attorno al raccordo per la tangenziale, dove c’è il terminal degli autobus, quella specie di edificio blu completamente abbandonato, spuntano palazzi come funghi dopo una pioggia autunnale. Sembra che un appartamento non si neghi proprio a nessuno. (altro…)


Eh sì, care lettrici e cari lettori, un po’ come la primavera e l’autunno anche i vecchi fascisti sembrano spariti: vedete forse in giro svastiche, celtiche, fasci littori? Conoscete qualche organizzazione che rivendica orgogliosamente il proprio attaccamento al glorioso Ventennio? Macchè, niente. Ci speravamo, con CasaPound, ma loro insistono con questa strana idea di geometria non euclidea e dicono di essere di EstremoCentroAlto (stiamo ancora con gli occhi puntati al cielo per vedere se avvistiamo Iannone): certo, la bandiera di Blocco Studentesco ripropone il simbolo del British National Party degli anni ’30, ma chi può cogliere queste finezze? Ogni tanto si salutano dicendosi “Eja!” però non arrivano ad “Alalà” e uno può pure pensare che in realtà si vogliano dire “e jà”, in molisano, e che sbaglino a scrivere (possibilissimo: i linguisti stanno ancora studiando questo video: http://www.youtube.com/watch?v=24K5c-uksFw per capire che lingua parla l’esponente di CasaPound Bari).

Insomma, amiche e amici, abbiamo difficoltà a riconoscerli: la verità però non è che non esistono più, ma che si nascondono, si camuffano. (altro…)

La notizia dell’imminente abrogazione delle disposizioni relative alla costruzione di nuovi impianti nucleari scatena una tempesta mediatica; il quotidiano gossipparo laRepubblica, i cui giornalisti vivono da anni nelle mutande del Presidente del Consiglio, avalla una lettura del provvedimento in chiave anti-referendaria: una mezza vittoria quindi, il cui prezzo però sarebbe il rischio quorum per i referendum sull’acqua e sul legittimo impedimento.

La realtà è un po’ più complessa: l’emendamento al decreto abrogativo prevede infatti che entro dodici mesi il governo dovrà elaborare una nuova strategia per l’approvvigionamento energetico, che potrà ovviamente tenere conto anche del nucleare. Gli interessi in campo restano, comunque, ben più ampi di quanto traspaia dal dibattito politico. (altro…)

Appuntamento domenica 20 marzo, ore 15:30

Località Sant’Elena, San Giuliano di Puglia (CB)

Il volantino dei comitati

Domenica prossima 20 marzo è prevista una manifestazione contro l’installazione di un impianto eolico nelle campagne di San Giuliano di Puglia; abbiamo fatto qualche domanda ad alcuni esponenti del Comitato interzonale “Il vento del cratere”, che organizza l’iniziativa e riunisce diversi cittadini dei paesi “terremotati”. Le loro risposte, scritte collettivamente, sono un’occasione per riflettere sull’eolico selvaggio e sui suoi possibili danni alla salute umana; sulla ricostruzione e sui metodi poco democratici che la accomunano alla palificazione selvaggia, sul fare rete in difesa del territorio.

Ringraziamo per la chiacchierata Giovanni Gianfelice, Antonio Mastrogiacomo, Antonello Nardelli e Antonio Picanza e rinnoviamo la disponibilità di Tratturi a dare spazio ai movimenti in difesa del territorio e dei beni comuni.

(altro…)

Sommario: Il 23 Dicembre scorso la Presidenza della Regione Molise ha emanato un decreto col quale si ordina alla Comunità Montana Molise Centrale, responsabile della discarica di Colle Santo Ianni, di accatastare per 45 giorni, eventualmente rinnovabili, la frazione inorganica dei rifiuti opportunamente imballata, le cosiddette “ecoballe”. Provvedimento giustificato dall’emergenza: peccato che si sapeva da Settembre che la discarica non poteva essere ampliata nei tempi previsti, e che nonostante ciò il Presidente Iorio aveva dato disponibilità allo stoccaggio dei rifiuti campani. Il disegno reale è chiaro: si vuole arrivare, attraverso una gestione scientemente disorganizzata, ad un’ “emergenza” simile a quella campana per giustificare e autorizzare la costruzione di inceneritori seppellendo ogni progetto di raccolta differenziata porta a porta. INCONTRO PRESSO LA SALA CONSILIARE DI MONTAGANO DOMANI, 9 GENNAIO, ALLE 18. (altro…)

Nel corso della seduta del Consiglio Regionale del 23 novembre sono state bocciate a ripetizione tutte le mozioni riguardanti la revoca o la sospensione dell’autorizzazione, rilasciata dalla Regione alla ditta Giuliani Environment, di stoccare rifiuti speciali e pericolosi in agro di Montagano. (Questa autorizzazione, come abbiamo spiegato diffusamente in questo articolo, ha numerose implicazioni che arrivano fino al progetto di costruire un nuovo inceneritore in Molise)

Il Comitato no agli inceneritori nel Molise invita alle dimissioni dell’assessore all’ambiente Muccilli in seguito allo scandalo del depuratore di Termoli, e chiede un incontro al prefetto.

(altro…)